Château Margaux Premier Grand Cru Classé 1993

1,400.00

Château Margaux Premier Grand Cru Classé 1993

Lt 0,75

Château Margaux elabora Château Margaux 1993, un vino rosso con DO Margaux con i migliori acini di petit verdot, merlot e cabernet sauvignon di 1993 e con un grado alcolico di 13.00º. Château Margaux 1993 si abbina perfettamente con carne rossa e carne arrosto. Un vino rosso valutato con 3,3 punti su 5 secondo gli utenti di Drinks&Co e le guide e le riviste del settore lo valutano con punti robert parker: 89 e punti wine spectator: 90.

Descrizione

Château Margaux Premier Grand Cru Classé 1993

Château Margaux elabora Château Margaux 1993, un vino rosso con DO Margaux con i migliori acini di petit verdot, merlot e cabernet sauvignon di 1993 e con un grado alcolico di 13.00º. Château Margaux 1993 si abbina perfettamente con carne rossa e carne arrosto. Un vino rosso valutato con 3,3 punti su 5 secondo gli utenti di Drinks&Co e le guide e le riviste del settore lo valutano con punti robert parker: 89 e punti wine spectator: 90. Château Margaux esiste almeno dal XII secolo, ma è nella seconda metà del 1500 che è divenuto noto per la produzione di vino grazie a Pierre de Lestonnac il quale, dopo aver acquistato la tenuta, decise di implementare la coltivazione della vite. All’inizio del XVIII secolo, l’azienda contava già circa 265 ettari, di cui un terzo dedicato alla viticoltura, estensione che all’incirca corrisponde a quella attuale. Di gestione in gestione, è nel 1810 che il Marchese di Colonilla Bertrand Duat ordinò la costruzione del castello dalle fattezze neo-palladiane, che ancora oggi si può ammirare, ma è soprattutto nel 1977 che l’arrivo del magante greco André Mentzelopoulos apportò ingenti investimenti, chiamando in causa figure professionali di spicco come l’enologo Emile Peynaud. In seguito, l’azienda fu diretta da varie società miste – come non ricordare gli Agnelli nel controllo della maggioranza azionaria – per poi essere oggi di nuovo interamente nelle mani della famiglia Mentzelopoulos, con Corinne che ha sostituito il padre André deceduto nel 1980. Con una produzione annuale che si attesta sulle 150mila bottiglie di Château Margaux, cui si affiancano le 200mila di Pavillon Rouge du Château Margaux e le circa 35mila di Pavillon Blanc du Château Margaux, ogni volta che si ha l’occasione di stappare una bottiglia di Château Margaux è un evento a dir poco eccezionale e indimenticabile, che non capita di certo frequentemente.

Torna in cima